Classic Monday elegante e insolito

Oggi, nel nostro consueto appuntamento settimanale con l’antiquariato, vogliamo presentarvi un articolo alquanto insolito.

Coppia di balaustre barocchetto lombardo venete

Si tratta di una coppia di balaustre di produzione nord italiana, più precisamente lombardo-veneta. Realizzate a metà del XVIII secolo, le balaustre sono espressione del gusto barocchetto tipico di quegli anni. In legno di cirmolo, sono infatti riccamente intagliate con architettonici motivi a “C”, ornate con volute fogliacee, motivi floreali e rocaille. Se in qualche modo il retaggio del precedente gusto barocco è ancora evidente, l’asimmetria e la ricerca di leggerezza sono tipicamente barocchette.
Pur essendo due balaustre imponenti, il dinamismo e la sapienza dell’intaglio le rendono estremamente decorative.
Particolare di pregio anche il basamento, sempre in legno, ma marmorizzato, dipinto a emulare il marmo, per l’appunto. Certamente l’impiego della pietra avrebbe irrimediabilmente aumentato il loro peso, rendendone più ostico l’utilizzo e il trasporto, soprattutto considerate le dimensioni.

Elementi sia decorativi che funzionali, dovevano essere collocate all’interno di un ambiente dalle dimensioni considerevoli, probabilmente un grande salone.

Svolgevano anche la funzione di supporti per illuminazioni. Nella parte superiore di una delle volute principali si innestano infatti due candelabri, uno su ciascuna delle due balaustre. A sei luci, dal fusto in ferro battuto si dipartono sei bracci a sostenere altrettanti luci. I candelabri son ornati da motivi fogliacei in lamierino dorato, mentre le corolle reggi-cero sono in legno tornito.

Certamente due complementi d’arredo eccezionali, sia per l’alta qualità che il buono stato di conservazione, ancora oggi stupiscono per la loro singolarità ed eleganza.