AntiquariatoDizionario dell'antiquariato

Il dizionario dell’antiquariato – Nodo d’amore

La parola di oggi è: nodo d’amore. Spieghiamo cos’è questo motivo ornamentale e come veniva utilizzato. Come di consueto analizziamo un pezzo della nostra galleria di antiquariato.

Cos’è il nodo d’amore?

Il nodo d’amore è un motivo ornamentale costituito da un nodo semplice o doppio. È formato generalmente da nastri increspati o intrecciati.

Il nastro

Per comprendere fino in fondo la parola di oggi bisogna prima capire cos’è il nastro

Mobile Maggiolini

È un elemento decorativo che, intrecciato, increspato o attorcigliato a forme spirali, volute o disegni più complicati, forma la cosiddetta “decorazione a nastro”. Grazie a questo si riuscirono a creare delle decorazioni particolarmente elaborate.

Il nastro fu particolarmente usato dai mobilieri olandesi e francesi. Non c’è bisogno, però, di andare così tanto lontano per trovare un ebanista molto abile con questo elemento decorativo. Giuseppe Maggiolini, infatti, lo utilizzava molto spesso per conferire maggiore grazia alle sue opere.

Come veniva usato il nodo d’amore?

Il nodo d’amore aveva diversi utilizzi. Principalmente veniva usato come decorazione di mobili ed oggetti. Si poteva trovare intarsiato oppure cesellato in bronzo ed applicato al mobile. La decorazione, inoltre, veniva anche utilizzato per fissare i mazzi di fiori sui pannelli.

Il nodo d’amore venne usato in tutti gli stili del passato. Noi lo ricordiamo particolarmente per il suo impiego nello stile Luigi XVI e anche in quello Impero

Un esempio

Per mostrarvi il nodo d’amore siamo andati alla ricerca nei nostri magazzini pieni di meraviglie. Abbiamo trovato un pezzo unico: un divano neoclassico emiliano.

nodo d'amore

Ha lo schienale costituito da quattro medaglioni con cimasa intagliata a rocaille e connessi da intagli a mascheroni grotteschi (se ti sei perso la spiegazione di questa parola, la trovi qui!). Il nodo d’amore? Lo trovi nella fascia inferiore. Oltre a questo elemento decorativo puoi trovare degli intagli a rocaille. È in noce e la seduta è imbottita.

Altri nomi e altri utilizzi

Nella casa dei Savoia il nodo d’amore venne largamente usato. Infatti, nelle decorazioni dei monumenti e dei mobili di questa abitazione si poteva trovare molto spesso questo tipo di nodo. Visto il grande impiego da parte della famiglia reale il nodo viene anche chiamato “nodo di Savoia”.

Un altro nodo simile a quello analizzato oggi è il “nodo d’Ercole o di Salomone”. Questo è costituito da un intreccio di linee di cui non si distinguono gli estremi

Se volete scoprire altri oggetti di antiquariato decorati con questi nodi non vi resta che venire a visitare i nostri magazzini a Cambiago. Ti aspettiamo!

Arianna
Amo l'arte. Ho fatto ingegneria gestionale.

    Potrebbe piacerti anche

    Di più su:Antiquariato