Corner Mix n°3

Terzo appuntamento per gli amanti del vintage e del design anni 50 e 60 con il nostro Corner Mix, una composizione di prodotti dal nostro catalogo di modernariato.

In questo terzo corner mix abbiamo creato un’accogliente e moderno salotto mescolando stili e provenienza degli arredi.

Risulta centrale il sideboard, che si distingue per la sua impiallacciatura in teak e le forme sinuose; è un mobile di produzione inglese ma fortemente influenzato dallo stile danese degli anni 60.

I sideboard si diffusero a partire dagli anni 50 in Nord Europa e riscossero fin da subito un notevole successo grazie alle loro dimensioni ridotte: andavano a sostituire le ingombranti credenze e buffet che riempivano le case dell’epoca.

// Qui maggiori informazioni //

Il punto luce è una lampada a tre pendenti in vetro soffiato e struttura in ottone, prodotta dalla vetreria Venini tra il 1950 e il 1959 e disegnata dal maestro italiano del design Massimo Vignelli.

Guru del graphic design, Vignelli influenza ancora oggi chiunque si approcci alla disciplina grazie alla quantità dei suoi lavori di successo, tra cui il logo di Ford disegnato nel 1966 o la mappa della metropolitana di New York progettata nel 1972.

Per quanto riguarda la produzione, nel 1921 l’avvocato milanese Paolo Venini e l’antiquario veneziano Giacomo Cappellin – con l’artista Vittorio Zecchin – diedero vita ad un progetto ambizioso che risulta innovativo ancora oggi.
Cambiamento degli schemi tradizionali, apertura verso le avanguardie artistiche e padronanza delle tecniche di lavorazione sono i segreti di Venini che è diventata un’azienda leader nel settore e di fondamentale apporto alla celebre tradizione vetraia veneziana.

// Qui maggiori informazioni //

La poltrona invece è una moderna bergére riconducibile ai ruggenti anni 80, caratterizzata da linee continue e sinuose, garanzia di comfort e relax.

// Qui maggiori informazioni //

Che ne dite? Ci aggiorniamo la prossima settimana con una nuova tavola.
जल्द ही फिर मिलेंगे!