Radiofonografo Brionvega, design col sorriso dal 1965

Questa settimana il nostro consueto appuntamento con l’Icona di Design raddoppia, in via eccezionale e per un prodotto eccezionale.

Incontro intorno alla poltrona Sanluca, Bologna 1959, ph. Masera

Achille e Pier Giacomo Castiglioni sono senza dubbio due dei più grandi nomi del design del XX secolo.
Le “creature” di questi fratelli geniali sono esposte in tutto il mondo, dalla nostrana Triennale, al MoMA di New York passando per il Victoria & Albert Museum di Londra.
Sono tantissimi i progetti rimasti nella storia del design, basti pensare alla poltrona Sanluca, alla lampada Parentesi oppure all’iconica Arco (alla quale abbiamo dedicato un approfondimento che potete leggere qui).

Oggi la nostra attenzione si sposta però su uno dei pezzi di design industriale più belli mai realizzati dai fratelli Castiglioni: il Radiofonógrafo RR 126 per Brionvega.

Progettato nel 1965, il radiofonografo è caratterizzato da uno stile tanto unico e quanto inimitabile.
Ideato dai fratelli Castiglioni come oggetto antropomorfico in cui si possono vedere gli occhi, il naso e la bocca nelle regolazioni e negli strumenti e le orecchie negli altoparlanti.

Il prodotto gioca anche con la modularità della sua configurazione, che può infatti essere di volta in volta modificata in base alle esigenze.
Le casse possono essere messe sopra al giradischi per ascoltare la radio oppure ai lati per creare un effetto stereofonico niente male.

Questo meraviglioso oggetto di design è amato e collezionato da oltre 50 anni e da poco è tornato in produzione.

Tra i suoi ammiratori (e possessori) più famosi David Bowie, il cui Radiofonografo Brionvega è stato battuto all’asta da Sotheby’s nel 2016, per la mirabolante cifra di 257.000 Sterline.

Vedutine del nostro negozio dal Cambiago

Nei nostri magazzini in questi giorni abbiamo un bellissimo esemplare di RR 126, che non sarà appartenuto al Duca Bianco vero, ma è in vendita a prezzi umani!