Il mondo nei libri: Russia


Quando pensiamo alla letteratura russa ci vengono in mente i grandi scrittori russi dell’ottocento e non è un caso.

Il XIX secolo fu l’epoca d’oro della letteratura russa e soprattutto l’epoca di contatto con la cultura europea. Abbiamo selezionato alcune opere del nostro catalogo di letteratura e storia russa.

Afanasiev – Antiche fiabe russe

Afanasev è per il continente russo ciò che i filologi Grimm furono per la Germania. Fu uno dei massimi pionieri mondiali nello studio del Folklore, Mitologia e tradizioni popolari del suo Paese. In questa raccolta troviamo una scelta di antiche fiabe tra le oltre 600 da lui raccolte e trascritte. Senza l’opera di Afanasev oggi probabilmente il lettore occidentale conoscerebbe poco o nulla della cultura e del folclore russo, quelle affascinanti atmosfere miste a terrore, mistero, magia e spiritualità, che solo le fiabe russe posseggono. Ricordo in particolare la Baba Jaga, Vassilissa la bella e l’uccello di fuoco e la principessa Vassilissa.


Gogol – Il cappotto

Prima edizione italiana del racconto Il Cappotto tradotta da Clemente Rebora. Edizione rara pubblicata dal Convegno editoriale nel 1922. Il Cappotto appartiene alla raccolta dei Racconti di Pietroburgo pubblicati dopo la morte dello scrittore nel 1842.Storia realistica e grottesca del cappotto tanto desiderato dal funzionario Akakij e poi subito perduto. Gogol sottolinea in questo racconto come anche nel grande romanzo Anime morte la sua critica alla società russa.

Altri titoli di Gogol in catalogo:


Dostoevskij – Le notti bianche

Racconto russo del grande scrittore Fedor Dostoevskij con traduzione a fronte in italiano.

La solitudine e il senso di alienazione dello scrittore- sognatore protagonista del racconto sembra allontanarsi durante le quattro notti bianche in cui si dipana il racconto. L’incontro con la diciassettenne Nasten’ka nelle notti bianche a San Pietroburgo sembra aprire uno spiraglio nella vita del protagonista, suscitando in lui un sentimento d’amore che purtroppo tornerà a chiudersi. Dostoevskij riesce in questo racconto ad esprimere in modo magistrale il tema a lui caro della solitudine e dell’amore.

Altri titoli di Dostoevskij in catalogo:


Tolstoj – I quattro libri di lettura

Antologia di fiabe scritta tra il 1870 e 1875 dal grande scrittore russo Tolstoj che ben conosceva l’importanza del racconto e della fantasia per i piu’ piccoli.
Nel realizzare la raccolta Tolstoj si fece aiutare dai piccoli scolari, figli dei servi della gleba, a cui insegnava a leggere e scrivere. Scrivevano assieme, ognuno proponendo una frase, una parola, un episodio. Il risultato è un coro di voci nate dalla voglia di imparare.

Libro caro anche ad alcuni bambini italiani della metà del novecento.

Altri titoli di Tolstoj in catalogo:


Čechov – Il gabbiano

Dramma in 4 atti del drammaturgo russo, insuccesso nella sua prima rappresentazione divenne l’opera più rappresentata e conosciuta del teatro russo. Ritroviamo i temi cari allo scrittore quali l’amore, l’arte e il teatro nel teatro. Opera pubblicata nel 1894, che richiama l’Amleto di Shakesperare oltre a citare Maupassant e Puskin.

Altri titoli di Čechov in catalogo:


F. Venturi – Il populismo russo

Opera magistrale dello storico italiano Franco Venturi in tre volumi. Il tema del populismo attraverso la storia della Russia dalla metà del XIX secolo fino alla Rivoluzione d’ottobre mette in luce la storia della Russia nella sua evoluzione moderna e contemporanea. Il populismo russo, movimento culturale che nasce nelle città dall’ intelligencija russa, cerca una visione politica alternativa analizzando la situazione contadina russa e contrastando l’autocrazia zarista.


Pasternàk – Il dottor Zivago

Romanzo pubblicato in Italia in anteprima mondiale nel 1957 dall’editore Feltrinelli divenne un successo mondiale. Narra la storia di un medico e poeta, il dottor Zivago appunto, diviso dall’amore per due donne durante la guerra civile russa tra russi bianchi e russi rossi. Rifiutato in patria perchè non in linea con il regime, questo romanzo valse allo scrittore Boris Pasternak il premio Nobel per la letteratura nel 1958. Nel 1965 segui anche la trasposizione cinematografica del romanzo che ottenne ben 5 premi Oscar.

Altri titoli di Pasternàk in catalogo:


Solzenicyn – Arcipelago Gulag

Inchiesta narrativa sui campi di concentramento sovietici diffusi durante il regime comunista. L’autore ha raccolto testimonianze di sopravvissuti oltre alla propria esperienza ai lavori forzati come prigioniero politico. Il testo chiarisce come riuscì a governare il regime comunista e come fosse fondamentale per l’economia comunista il lavoro nei campi di concentramento.Opera scritta tra il 1958 e il 1968 e pubblicata clandestinamente in occidente nel 1973. Solo dopo la fine dell’URSS il testo fu pubblicato in Russia.

Altri titoli di Solzenicyn in catalogo:


Due testi che sottolineano la creatività artistica russa nel campo dell’arte e della danza.

Drevnerusskaja ikonopis’ – Early russian icon painting

Testo di importanza internazionale riguardo alle icone del primo periodo russo. Sessanta pagine di testo esplicativo russo-inglese ad introduzione delle tavole che seguono. Serie di icone bizantine e russe a confronto, serie di icone con soggetto simile nella loro evoluzione, icone del periodo XI -XII secolo (Kiev, Vladimir, Novgorod), icone del periodo dell’oppressione mongola, Teofane il Greco, Andrei Rublev, serie di icone del XV secolo della scuola di Novgorod, Pskov, serie di icone di scuola locale del XV-XVI secolo, icone della prima metà del XVI secolo e icone della seconda metà del XVI secolo e XVII secolo.

Regalo natalizio per esperti e amanti dell’arte.

Thamar Karsavina

Splendida monografia dedicata alla ballerina russa (1885-1978) il cui nome è legato alla compagna dei Balletti Russi di Serge Diaghilev. Il testo, tradotto dal russo da H.De Vere Beauclerk e Nadia Evrenov, è illustrato da 17 tavv f.t. con disegni in b/n e colorati e da 15 splendide tavole fotografiche in b/n ed è impreziosito da deliziose testatine e piccole illustrazioni incise n.t.. In fine volume la Bibliografia, il Repertorio di balletti della Karsavina e l’Indice dei nomi, dei ruoli e dei balletti. Il nostro volume, che porta il n° 141, fa parte della tiratura di 230 copie impresse su antique paper. Ad impreziosire ulteriormente il volume l’invio autografo al foglio di guardia firmato da Walter Toscanini e CIA FORNAROLI, il primo figlio di Arturo Toscanini, la seconda (1888-1954) famosa ballerina, coreografa, maestra di danza e bibliofila: nel corso della sua vita creò un imponente collezione di opere dedicate alla danza che donò alla New York Public Library, città dove si era rifugiata col marito nel 1940.


Ti sei perso il nostri viaggi precedenti ? Qui trovi la selezione di libri presenti nel nostro catalogo divisi per paese.